COVER STORY - COVER STORY - COVER STORY - COVER STORY - COVER STORY
PREMI E RICONOSCIMENTI
Bottega Veneta Great Place To Work. Unica azienda della moda

Non è solo una questione di bilanci (in crescita del 16% a tassi di cambio costanti rispetto al 2012). Bottega Veneta ottiene un riconoscimento importante che va oltre il denaro. 

MODAONLINE - Tempo di riconoscimenti per Bottega Veneta, che entra nella prestigiosa classifica Great Placet to Work nella categoria Best Large Companies. L'azienda vive una fase di crescente successo, forte anche dei risultati economici positivi: un fatturato di 259,3 milioni di euro, in crescita del 16% a tassi di cambio costanti rispetto al 2012. Tornando al riconoscimento, esso è particolarmente significativo nel panorama aziendale italiano in quanto Bottega Veneta è la prima realtà del Made in Italy per il settore Moda a collocarsi nei primi posti di questa classifica. "L'importante traguardo ottenuto è frutto della centralità che le persone rivestono in azienda - fanno sapere -, del rispetto e delle attenzioni che vengono loro dedicate nell’ambito delle attività quotidiane e in un'ottica di crescita del singolo nel lungo periodo. La partecipazione di ciascun dipendente è favorita da un clima positivo e stimolante caratterizzato da un dialogo continuo, feedback costanti tra management e collaboratori e dall'apprezzamento di iniziative finalizzate al benessere dei dipendenti, quali l'assicurazione sanitaria, il piano di welfare, i progetti di formazione e le soluzioni in tema di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro adottate nella progettazione degli uffici". “Il 2013 è stato un anno particolarmente significativo - dichiara Marco Bizzarri, Presidente e CEO di Bottega Veneta -. Abbiamo inaugurato il nuovo Atelier, trasferitosi durante l'estate dalla zona industriale di Vicenza al meraviglioso contesto storico e naturalistico di Villa Da Porto a Montebello Vicentino. Grazie alle attenzioni verso le persone e l’ambiente, studiate durante l’elaborazione del progetto, Bottega Veneta ha soddisfatto i requisiti per poter richiedere la certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), valorizzando il forte legame con il territorio. I dipendenti della sede, circa 300, sono stati coinvolti nel progetto tramite la creazione di un comitato paritetico, focus group e survey al fine di individuare le soluzioni e i servizi per il miglioramento della vita lavorativa nella nuova location, sottolineando cosi' l'importanza del contributo attivo di ciascuna risorsa in un contesto di equità e fiducia. Il percorso che negli anni ci ha consentito di raggiungere questo traguardo è in continua progressione; la volontà aziendale è infatti quella di continuare ad investire in questa direzione in quanto è proprio il benessere dei dipendenti e il senso di appartenenza all'azienda ad aver reso possibile la solida crescita finanziaria registrata negli ultimi anni".

 

La crescita economica del brand è stata registrata in tutte le aree geografiche sia sul canale retail che wholesale, aumentati rispettivamente del 18% e 9%; ancora una volta, quindi, sono stati i negozi diretti a trainare le  vendite con un significativo incremento a doppia cifra. Bottega Veneta ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con un fatturato complessivo di 724,9 milioni di euro, mettendo a segno un incremento del 14% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In netta espansione anche il numero dei negozi di proprietà, ora attestato a 215, a fronte dei 209 del primo semestre dell’anno e dei 196 di fine 2012.  
“Siamo soddisfatti della performance dei primi nove mesi dell’anno ed in particolare dell’ultimo trimestre - continua Marco Bizzarri -. Il terzo trimestre dell’anno ha segnato un momento importante nella storia di Bottega Veneta, da tempo impegnata nella realizzazione di alcuni progetti decisivi che hanno assorbito molte energie. Proprio negli ultimi tre mesi abbiamo coronato con orgoglio tali sforzi, inaugurando la nostra prima Maison al mondo – uno spazio di oltre 1000 metri quadrati a Milano, in Via Sant’Andrea – e il nuovo Atelier di Vicenza, all’interno di una storica villa a Montebello Vicentino. Entrambe le iniziative, svolte secondo i più aggiornati criteri di sostenibilità ambientale, welfare e responsabilità sociale, confermano la volontà dell’azienda di dedicare sempre maggior attenzione e cura nei confronti della propria clientela e delle proprie persone, le quali costituiscono la vera risorsa di Bottega Veneta, da sempre indissolubilmente legata alla grande tradizione italiana dell’artigianato d’eccellenza".

-

Marco Magalini
Tuesday, December 17, 2013