COVER STORY - COVER STORY - COVER STORY - COVER STORY - COVER STORY
STRATEGIE
Designspeaking sistema integrato di supporto a young designer e start up del design

L'ampliata piattaforma di comunicazione e supporto alle aziende prende il via da un temporary store in via Maroncelli a Milano

MODAONLINE - E' stato inaugurato stamattina un nuovo sistema di comunicazione integrato e supporto alle aziende del mondo del design. Il tutto in occasione dell'opening del Designspeaking Temporary store&cafè by Mokador in via Maroncelli 2 a Milano, aperto in occasione della Milan Design Week e aperto fino a fine aprile. Special guest dell'evento anche il designer Giulio Iacchetti, guru del settore e ideatore del brand Internoitaliano, che ha condiviso lo spirito del progetto, intendendolo come un modo attivo di trovare soluzioni creative ed innovative alla crisi. Ad ideare la piattaforma innovativa sono stati Manuel Barbieri, designer, e Guendalina Perelli, esperta di comunicazione,  che stanno portando avanti il progetto Designspeaking, realtà italiana che nei suoi primi due anni di attività ha affrontato il mondo del progetto dal punto di vista comunicativo con un blog online. Oggi tutto evolve, con un sistema più completo e integrato che vuole supportare in modo concreto, dalla comunicazione alla vendita, le aziende. Il motore del cambiamento è il press cloud, un nuovo sistema 3.0, tutto online, di gestione delle informazioni per la stampa: un database che permette ai giornalisti di scaricare info e foto tramite un sistema di ricerca tematico crossing moda-design e food. C'è poi allo studio il planning per la collective exhibition strategy, un piano di esibizioni collettive volto a promuovere aziende italiane e start up all'interno di fiere e saloni internazionali come Maison et Objet a Parigi.

 

"Il nostro sistema è finalizzato alla creazione di concrete occasioni di incontro e business per le giovani aziende. Quello di Maroncelli 2 è un esempio di questo piano di supporto, a cavallo tra un evento B2B e B2C - raccontano gli ideatori-. Quattro vetrine in una via cool per consentire a designer e aziende di mostrare le proprie novità al pubblico degli addetti ai lavori, italiani e stranieri, presenti a Milano in occasione del Salone del Mobile e al contempo di avere l’opportunità per tutto il mese di aprile di esporre, valorizzare e vendere i prodotti in un ambiente altamente stimolante. Nel caso di realtà che invece non sono ancora strutturate, possiamo sopportarle con un piano d'azione a 360gradi".

 

I prodotti che hanno selezionato per questo temporary sono inseriti in uno spazio informale ma ricercato, grazie a un nuovo rivestimento murale ecosostenibile di Sk1n, dove i visitatori muovendosi tra arredi, lampade, complementi e accessori per la casa e la cucina sono stimolati a socializzare e a scambiarsi opinioni sulle nuove tendenze del design. Interazione quindi in primis fra le aziende presenti: le lampade Abhajour di Rita Scarpinato delicate e sognanti, dialogano con le linee ultra contemporanee di quelle che Renata Crespi abbina alle proposte bagno di Habi- Bath, con il coniglio-lampada in edizione limitata di No|on Art&Craft e con la lampada Barberia di Vito Nesta. Un dialogo materico invece fra le ceramiche di Avalon e gli oggetti in marmo di Scandola Marmi, tra il legno e il metallo delle librerie componibili di Steel Wood disegnate da Henry&Co e tra il cemento e il silicone dei vasi Verdecemento by Ottobarradieci. Sguardo alla tavola con le proposte in vetro di Codice Collective Design riflesso dagli ironici specchi di Ecoepoque realizzati da maestranze artigianali con materiali eco-compatibili. Designspeaking presta un’attenzione particolare alla sostenibilità da un lato e al sociale dall’altro, come per la cucina per disabili Mabile di Rita Scarpinato e Sergio Destro. Il tutto in un ambiente all’aroma di caffè sprigionato dagli originali rivestimenti di mobili e accessori ideati da Raul Laurì e Umberto Dattola che presentano proprio in questa occasione il loro progetto green “Gustocafé”. Un profumo che invita allo stare insieme nel Designspeaking café by Mokador, il primo selfie-bar per “design lovers”: uno spazio, arredato con una cucina sartoriale di Pesente, dove prepararsi da soli un buon espresso 100% italiano grazie alle nuove DADO 2.0, semplici da usare e dall’estetica sofisticata, frutto della creatività del designer Gianni Bortolotti, riconosciuto a livello internazionale come uno dei maestri del disegno italiano.

 

L'appuntamento è quindi in Maroncelli 2, dove è anche possibile 'gustare' l'anteprima del vincitore di Talent's Manifesto, un progetto nato nel 2013 per dare voce ai giovani che possiedono una grande passione per il design, ma ancor prima per il fare. Tema di quest'anno: la socializzazione. Sul podio di questa edizione 2014 è un braccialetto sociale per connettersi e scambiarsi informazioni (come dati e cv): il PIE, ideato dal giovane Lorenzo Albi.

 

-

Marco Magalini
Wednesday, April 02, 2014