NEWS - NEWS - NEWS - NEWS - NEWS - NEWS - NEWS
STRATEGIE
Presentata a Perugia la prima collezione di ood

MODAONLINE - E' stata presentata ieri martedì 13 giugno con una performance all'interno del cinema teatro Lilli di Perugia la prima collezione di ood. La sfilata evento ha visto quattro modelle muoversi tra le poltrone delle platea all'interno della storica location, costruita nel 1942 e progettata dall'architetto Dino Lilli: chiamato "Tracce", l'happening ha coinvolto anche lo spirito del cinema attraverso la proiezione di una pellicola ma senza la trasmissione di un film. Gli abiti del marchio, che sarà venduto a partire dalla Primavera/Estate 2011, sono disegnati dalla stilista Sara Lanzi, che ha voluto creare un'immagine femminile ma forte, con silhoutte definite pur senza essere rigide per una collezione composta da pezzi interscambiabili e passe-partout. "Queste creazioni - ha spiegato la stilista a Modaonline -, nate partendo dalle forme e dai colori, vedono protagoniste la forza e la pulizia del bianco e del nero, e la presenza di pochi colori corposi e definiti. Il mondo femminile e quello maschile si compensano creando un equilibrio unico, definito da una combinazioni di materiali differenti". Il brand è prodotto da FLD Distribution, società con più di trent'anni di esperienza nella produzione di abbigliamento in pelle e tessuto che ha collaborato con marchi di importanza internazionale: il quartier generale (direzione commerciale, marketing e logistica) è a S. Martino in Campo (PG), mentre la direzione produttiva, l'ufficio acquisti e la modellistica hanno sede a Jesi (AN). "Nel 2009 si è chiuso per noi un capitolo aziendale - ha raccontato a Modaonline Alberto Marini, presidente cda di FLD -, che ha visto archiviare, per motivi pratici e strategici, due marchi che non riproporremo: il nostro obiettivo era quello di introdurre sul mercato un prodotto particolare che avesse stile ed originalità, e le creazioni di Sara incarnano alla perfezione questo ideale. Con ood possiamo ambire ad una collocazione alta e ad un livello di commercializzazione piuttosto profilato: la partecipazione a manifestazioni come Tranoi ci aiuterà a raggiungere più velocemente il nostro scopo. La nuova direzione che abbiamo intrapreso ci porta ad un fisiologico ridimensionamento distributivo, ma l'intenzione è quella di entrare in maniera decisa nel segmento alto del mercato; lo start up ci vedrà focalizzati sul mercato domestico, oltre che in Francia ed Inghilterra, per poi penetrare in maniera sostanziale in est Europa. Il progetto si estenderà in seguito verso l'estremo Oriente, dove pensiamo di riscuotere un certo numero di consensi. Anche la comunicazione verrà affrontata una volta consolidato il marchio così da rafforzarne l'immagine e raggiungere la consumatrice finale, sia tramite i mezzi canonici che tramite un sito web dedicato a ood".

Chiara Zappacenere

Wednesday, July 14, 2010