NEWS - NEWS - NEWS - NEWS - NEWS - NEWS - NEWS
ECONOMIA
Prada ricavi stabili nonostante gli ingenti investimenti del 2008

MODAONLINE - 1.648,2 milioni di euro di ricavi consolidati, Ebitda a 282 milioni di euro ed utile netto a 99 milioni. Sono questi i dati con cui Gruppo Prada ha archiviato il suo 2008 mettendo a segno un risultato in linea con quello del 2007, anno che aveva rappresentato il miglior esercizio della sua storia. Nella lettura dei risultati bisogna, inoltre, tener conto che il Gruppo, nell'arco dello scorso anno, ha potenziato in maniera consistente tanto il network retail aprendo 34 nuove boutique (di cui 18 di Prada, 9 di Miu Miu e 7 di Church's) e portando così il numero complessivo dei DOS a quota 238, quanto le strutture industriali. Nonostante i maggiori costi fissi derivanti dai nuovi opening e dall'effetto negativo dei cambi l'Ebitda, pari a 282,2 milioni di euro corrisponde al 17,1% del fatturato ed il cash flow della gestione e lo stretto controllo del capitale circolante hanno consentito di fronteggiare l'ingente piano di investimenti mantenendo un'equilibrata posizione finanziaria netta pari a 537 milioni di euro, ossia 1,9 volte l'Ebitda. "Al di là della incertezza del momento sono convinto che il compito di un imprenditore sia quello di affrontare i momenti di difficoltà con una visione di medio lungo termine - ha dichiarato Patrizio Bertelli, Amministratore Delegato di Prada SpA -. Il Gruppo Prada ha affrontato nel 2008 un piano di investimenti molto aggressivo, il più importante mai intrapreso. Alla fine della crisi il Gruppo Prada potrà presentarsi con una struttura industriale e distributiva ancora più forte, per cogliere al meglio tutte le opportunità del nuovo ciclo di sviluppo". Il canale retail ha registrato ricavi pari a 871,3 milioni di euro mettendo a segno una crescita del 5,6% a cambi e perimetro costanti rispetto al 2007 portando l'incidenza percentuale del canale retail sui ricavi consolidati del Gruppo dal 51,6% del 2007 al 54,2% del 2008. Il canale wholesale (luxury department stores, negozi multimarca e in franchising) ha prodotto ricavi per 737,5 milioni di euro in calo del 4,7% dovuto da un lato ad una politica distributiva che mira ad una sempre più stretta selezione e dall'altro al calo della domanda da parte del mercato statunitense. Le royalties si sono assestate a quota 39,5 milioni di euro facendo segnare un decremento del 15% su quelle del 2007 principalmente per effetto della conclusione della campagna vendita del primo Prada Phone by LG. L'utile netto cala e si assesta a 98,8 milioni di euro (6% del fatturato) mentre gli investimenti netti del periodo sono stati pari a 158,7 milioni di euro in crescita del 68,8% rispetto ai 94 milioni del 2007. Nell'arco dell'esercizio conclusosi il 31 gennaio 2009 è proseguita l'attività volta al miglioramento dei livelli di efficienza e una attenta gestione delle scorte ha consentito una significativa riduzione del magazzino prodotti finiti. I debiti finanziari netti, nonostante l'impegnativo piano di investimenti realizzati dal Gruppo si sono attestati a 537,4 milioni di euro contro i 507,5 milioni del 2007, mentre il patrimonio netto di Gruppo tocca quota 1.003,1 milioni di euro (erano 908,4 milioni al 31 gennaio 2008).

 

Tuesday, April 28, 2009